rimandato-shohei-imamura

SOSPESO: Shohei Imamura, il libero pensatore

⊗ ATTENZIONE: In ottemperanza alle disposizioni in materia di Coronavirus il Centro di Cultura Giapponese di Milano ha sospeso le attività fino a data da destinarsi ⊗

Shohei Imamura, il libero pensatore, un ciclo di sei serate all’insegna del cinema giapponese, a cura di Grazia Bonomo, presso il Centro di cultura giapponese di Milano.

Per questo evento i film saranno proiettati con audio originale e sottotitoli in italiano. Il programma delle serate è il seguente:

VENERDÌ 17 GENNAIO ORE 18:30

  • Japan: 11 registi di diverse nazionalità creano cortometraggi da 11 minuti e 9 secondi, più uno che ricordasse la strage di Manhattan. Il corto di Imamura chiude l’episodio con una riflessione e un monito sul concetto di guerra santa.
  • Shohei Imamura, le libre penseur: il regista portoghese Paulo Rocha crea un appassionato e melanconico ritratto intervista di Imamura.

VENERDÌ 31 GENNAIO ORE 18:30

  • Hateshinaki Yokubo (Desiderio inappagato): black comedy che narra le vicende di un tenente che, durante la guerra, aveva seppellito insieme a 3 complici della morfina sotto un ospedale. L’accordo era di ritrovarsi dopo 10 anni e dividere i guadagni della vendita della morfina, ma anziché in 3 si presentano 5 complici…

VENERDÌ 14 FEBBRAIO ORE 18:30

  • Fukushu suru wa ware ni ari (La vendetta è mia): tratto da un libro di Ryūzō Saki, le vicende del film ricalcano quelle del serial killer giapponese Akira Nishiguchi.

VENERDÌ 28 FEBBRAIO ORE 18:30

  • Narayama bushi-ko (La ballata di Narayama): nel villaggio Shinshu le persone che compiono settant’anni si recano sulla montagna Narayama, ad attendere la propria morte, per lasciare maggiori possibilità ai più giovani. Orin, sessantanovenne, ha paura  di non riuscire a mettere i membri della sua famiglia nella condizione di vivere una vita decorosa. Si impegna dunque a risolvere i loro problemi, per poi recarsi a Narayama.

VENERDÌ 13 MARZO ORE 18:30

  • Unagi (L’anguilla): dopo 8 anni di carcere, l’uxoricida Yamashita apre una bottega di barbiere in un piccolo villaggio, portando con sè un’anguilla con cui parla. La sua aiutante, che ricorda molto la moglie, si invaghisce di lui, ma il loro rapporto non sboccerà.

VENERDÌ 27 MARZO ORE 18:30

  • Kanzo Sensei (Dr. Akagi): 1945. Il dottor Akagi corre da un paziente all’altro, solo che tende a fare sempre la stessa diagnosi: epatite. Akagi vede la ricerca sull’epatite come suo motivo di vita, tanto da renderlo apparentemente cieco a ciò che gli capita intorno. La sua storia diventa così una metafora del Giappone in guerra.

Prenotazione obbligatoria – info: a.ferrari@centrodiculturagiapponese.org
Per saperne di più: Shohei Imamura Rassegna Cinematografica

Data

17 Gen 2020

Ora

6:30 pm

Luogo

Centro di Cultura Giapponese
Milano, Via Sandro Sandri 2
Categoria