MISOYA: MISO RAMEN A VOLONTÀ

Misoya è un ristorantino a due passi da Corso Garibaldi, che fa parte di una catena internazionale e propone diverse varietà di Miso Ramen.

Il Ramen non ha bisogno di presentazioni; il miso invece, noto in Italia soprattutto per la zuppa di miso, è un condimento tradizionale giapponese, che si ottiene dalla fermentazione della soia con sale e koji (un fungo). La pasta di miso ha un umami intenso e si usa per diversi brodi o per marinare la carne. 

Il Miso Ramen è una tipologia di ramen con un brodo a base di miso, che risulta particolarmente corposo. Questa ricetta è tipica dell’Hokkaido, dove le basse temperature richiedono zuppe più consistenti.

Misoya propone due diverse basi per i suoi Miso Ramen; Hokkaido, più scura e sapida, e Tokyo, preparata con miso bianco, più dolciastro e speziato.

Sono entrambe molto buone; il brodo è cremoso e avvolgente, i sapori sono decisi e carichi. Le due basi si possono poi combinare con diversi topping; oltre ai noodles ovviamente, potrete scegliere di aggiungere naruto (la tipica pasta di pesce bianca con la spirale rosa), uovo , mais, maiale o altro ancora. La versione Hokkaido viene solitamente guarnita anche con patatine fritte, che a quanto pare si sposano benissimo.

Entrambi i Miso Ramen sono deliziosi, con la zuppa cremosa che avvolge i noodles e gli altri ingredienti, pur non coprendone i singoli sapori; se riuscite assaggiate entrambe le varietà per apprezzare le differenze fra i tipi di miso. E se non amate il piccante fatelo presente al personale; i ramen di Misoya solitamente sono abbastanza carichi!

Da Misoya troverete anche alcune specialità, come i noodles freddi, il chashu ramen (guarnito con fette di arrosto di maiale) o quello vegetariano. Gli antipasti sono quelli tipici: gyoza, takoyaki, karaage (pollo fritto), onigiri, tofu, edamame e insalate. I gyoza sono i nostri preferiti; la pasta è sottile e il ripieno ben equilibrato.

Molto interessante la possibilità di sperimentare il ramen anche in porzioni più piccole, o di scegliere dei set che comprendono un antipasto e un mini ramen.

Come da tradizione nipponica, prima del pasto vero e proprio il personale vi servirà un piccolo antipasto; spesso si tratta di alghe in insalata o altre piccole stuzzicherie.

Il locale è semplice ma carino; anche se a prima vista potrebbe sembrare un po’ turistico, in realtà è spesso frequentato anche da giapponesi. Se lo chiedete, il personale vi farà accomodare anche al bancone dove potrete assistere alla preparazione del vostro ramen. Su una parete campeggia un’enorme raffigurazione del monte Fuji in bianco e nero; per il resto la location è abbastanza minimal e moderna.

Non aspettatevi i prezzi di un fast food (d’altra parte questa è comunque una catena di ristoranti), ma state comunque sereni;  qui il cibo resta tranquillamente abbordabile, soprattutto considerando zona, e sicuramente uscirete satolli e soddisfatti.

Non dimenticate di dare un’occhiata al menù delle birre; da Misoya potrete trovare, oltre alla classica Asahi, anche altre birre giapponesi, come la Coedo o la Kirin Ichiban alla spina, che a Milano sono meno diffuse!

buona varietà di birre
possibilità di mangiare al counter
aperto fino alle 23
Da provare: Hokkaido Miso Ramen
via Solferino, 41, Milano (Moscova)
dal martedì alla domenica 12-15:00, 19-23:00. Lunedì chiuso
+39. 02 83521945